Dove siamo

Controlla la nostra posizione su Maps

L’uveite, un’infiammazione dell’occhio a cui prestare attenzione

L’uveite è un’infiammazione che colpisce l’uvea, una sottile membrana molto vascolarizzata del nostro occhio composta da: iride, corpo ciliare e coroide.

In relazione al sito principale colpito dall’infiammazione, l’uveite viene distinta in anteriore, intermedia, posteriore o panuveite. L’uveite anteriore interessa l’iride e il corpo ciliare, quella intermedia il vitreo, l’uveite posteriore interessa coroide o retina ed infine nella panuveite l’infiammazione interessa tutti i comparti oculari.

Dal punto di vista clinico possiamo classificare le uveiti in relazione alle cause che le determinano in: infettive e non infettive, associate o meno ad una patologia sistemica nota spesso di tipo autoimmune. Vengono definite idiopatiche quando non riusciamo a riscontrare una causa specifica alla base del processo infiammatorio.

In base al decorso clinico si distinguono in forme acute, recidivanti, croniche.

I sintomi variano a seconda della localizzazione anatomica del processo infiammatorio:
• nelle uveiti anteriori prevalgono l’arrossamento oculare, il dolore, la fotofobia e annebbiamento visivo che può anche non essere rilevante
• nelle uveiti posteriori prevalgono i disturbi visivi dal deficit visivo severo alla percezione di corpi mobili o mosche volanti

Il nostro centro è specializzato per la diagnosi e cura delle uveiti e si avvale del confronto multidiscipinare con esperti in ambito immunologico, reumatologico ed infettivologico. Questa modalità di approccio al paziente permette di definire un protocollo terapeutico e di monitoraggio clinico mirato per ogni singolo caso e per il tipo specifico di uveite che il paziente manifesta.

Le terapie possono essere locali e generali e prevedono l’uso principalmente di cortisonici, antinfiammatori, immunosoppressori e farmaci biologici nei casi di uveite non infettiva; nelle forme infettive viene utilizzata una terapia antimicrobica o antivirale specifica. Il trattamento chirurgico viene in taluni casi riservato durante la fase diagnostica dell’uveite (per indagini specifiche su umor acqueo e umor vitreo) e principalmente nel trattamento delle complicanze delle uveiti: cataratta, glaucoma, edema maculare cistoide grave refrattario e più raramente per il distacco di retina.

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on telegram
Telegram